Questo sito contribuisce alla audience di

Řezáč, Václav

pseudonimo del narratore ceco Voňavka Václav (Praga 1901-1956). Giornalista e direttore di una casa editrice praghese, esordì con buoni libri per ragazzi, ma si affermò con tre romanzi psicologici: La luce nera (1940), storia di un figlio unico dall'anima “nera”; Il testimone (1942), incentrato su un vecchio e misterioso forestiero, scontroso e spietato, che spinge gli abitanti di una città di provincia a rivelare le proprie passioni e i propri dolori; Il limite (1944), dedicato al problema dei rapporti intercorrenti tra l'arte e le sue fonti di ispirazione, vale a dire le figure e i fenomeni della vita concreta. Dopo la guerra Řezáč, influenzato dal realismo socialista, scrisse romanzi quali Spiegamento (1951), La battaglia (1954), Faccia a faccia (1956) e Il canto della fedeltà e del tradimento (1956).

Media


Non sono presenti media correlati