Questo sito contribuisce alla audience di

Accadìa

comune in provincia di Foggia (55 km), 625 m s.m., 30,48 km², 2702 ab. (accadiesi), patrono: san Sebastiano (20 gennaio).

Centro del Preappennino allungato su uno sperone nell'alta valle del torrente Frugno. Forse di origine romana, fu feudo di vari signori, tra cui il principe di Taranto e i Caracciolo. Fu danneggiato più volte da terremoti, l'ultimo dei quali fu quello del 1980.L'abitato conserva la torre dell'Orologio (1883) e la fontana eretta nel 1836 da Ferdinando II. Il rione medievale Fossi, disabitato, ha case scavate nella roccia.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali e ortaggi) e su attività manifatturiere operanti nei settori alimentare (caseifici, frantoi), edile, dell'abbigliamento e del legno. Altre risorse provengono dal turismo escursionistico. È in funzione una centrale per la produzione di energia eolica.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti