Questo sito contribuisce alla audience di

Agèrola

comune in provincia di Napoli (45 km), 630 m s.m., 19,62 km², 7348 ab. (agerolesi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro esteso sul versante meridionale dei monti Lattari; sede comunale è Pianillo. Insediamento romano, nel Medioevo fece parte della Repubblica di Amalfi. I suoi nuclei, raggruppati sotto il nome di Aerola, furono riuniti e dati in feudo a Ugone di Sully (1224), poi a Ludovico dei Monti e a Filippo Falconiero. Fu danneggiato dal terremoto del 1980. Nella frazione di San Lazzaro è il castello Lauritano, roccaforte di epoca medievale.§ Sono sviluppate le attività agrarie, con allevamento di bovini (da carne e da latte), produzione di cereali, ortaggi, frutta e uva da vino (penisola sorrentina DOC), e lo sfruttamento dei boschi cedui. L'industria opera nei settori alimentare (formaggi e soprattutto “Fior di Latte di Agerola”, con una sagra la prima domenica di agosto), dell'abbigliamento e dell'arredamento. Bomerano e San Lazzaro (da cui si raggiungono le cascate del vallone delle Ferriere, con alte pareti rocciose, rupi e orridi) sono frequentate località di villeggiatura.

Media


Non sono presenti media correlati