Questo sito contribuisce alla audience di

Ajgi, Gennadij Nikolaevič

poeta russo (Sajmurzino, Čuvašija 1934-2006 Mosca). Cominciò a scrivere giovanissimo versi in lingua ciuvascia, pubblicando tra il 1958 e il 1980 cinque volumi di poesie. A partire dal 1960, tuttavia, anche su suggerimento di Pasternak, iniziò a scrivere in lingua russa e a tradurre da una lingua all'altra. Ignorato dalla letteratura ufficiale, Ajgi era conosciuto in patria solo attraverso i samizdat, mentre era più noto all'estero, soprattutto in Francia dove ha pubblicato, nel 1982, L'inverno segnato, raccolta dei suoi versi in lingua russa, cui è seguito, nel 1986, Antologia ciuvascia, scelta dei suoi versi in ciuvascio. Tra le ultime raccolte in russo ricordiamo: Ora c'è sempre la neve (1992), Poesia-come-Silenzio (1994), Il quaderno di Veronika (1997).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti