Questo sito contribuisce alla audience di

Albano Vercellése

comune in provincia di Vercelli (13 km), 151 m s.m., 13,80 km², 339 ab. (albanesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro della pianura vercellese, posto alla destra del fiume Sesia. Citato in un documento del 999, fu donato dall'imperatore Federico I alla Chiesa di Vercelli (1152) e nello stesso secolo fu tra le pievi della diocesi. Nel 1427 entrò a far parte dei domini sabaudi; nel 1621 fu concesso in feudo dal duca Carlo Emanuele I al cardinale Mercurino Arborio di Gattinara, seguendo in seguito le sorti di quel marchesato.§ Vi sorge il castello Arborio di Gattinara, costruzione dei sec. XV-XVI. Ottocentesca è la parrocchiale dell'Assunta, con due campanili simmetrici nella facciata; l'oratorio di San Rocco ha affreschi sei-settecenteschi. Subito fuori dall'abitato è la chiesa della Santissima Trinità, la cui abside quattrocentesca è ornata da affreschi della scuola dello Spanzotti o del De Bosis. Vi ha sede il Museo Ornitologico.§ L'economia si basa sull'agricoltura, rivolta alla coltivazione del riso. L'allevamento bovino e l'industria molitoria, alimentare e cartaria completano il quadro economico. § È sede del Parco Regionale delle Lame del Sesia, istituito per tutelare le “lame” (anse) del fiume, che nei periodi di piena diventano stagni con piante autoctone, popolati da un'avifauna rara.

Media


Non sono presenti media correlati