Questo sito contribuisce alla audience di

Albergati, Niccolò

beato, cardinale e diplomatico (Bologna 1375-Siena 1443). Entrato a vent'anni nell'ordine dei certosini, come visitatore dei monasteri d'Italia (1412) si adoperò per la riunificazione dei vari rami del suo ordine. Vescovo di Bologna nel 1417, fu abile negoziatore: a lui, infatti, si devono le trattative per l'accordo fra il papa e il Comune (1419). Successivamente inviato da Martino V come legato in Francia, cercò invano una composizione della guerra dei Cent'anni fra l'Inghilterra e la Francia (1422-23). Solo molti anni più tardi, dopo aver rinnovato il tentativo nel 1431-33, riuscì a concludere parzialmente la sua missione ottenendo la riconciliazione del duca di Borgogna con il re di Francia (1435). Eletto frattanto cardinale (1426), aveva svolto attività diplomatica per il papa anche in Italia; inviato come legato papale e presidente al Concilio di Basilea nel 1433 e poi nuovamente nel 1435-36, sostenne fermamente la superiorità del papa sul concilio e continuò la lotta dottrinale anche quando il concilio fu trasferito a Ferrara, dove dal 1438 ne assunse la presidenza. Festa il 10 maggio.

Media


Non sono presenti media correlati