Questo sito contribuisce alla audience di

Albettóne

comune in provincia di Vicenza (26 km), 19 m s.m., 20,34 km², 1996 ab. (albettonesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro posto nella pianura tra i monti Berici e i Colli Euganei. Citato in un documento del 983 per i beni ivi posseduti dal monastero benedettino di San Felice di Vicenza, appartenne poi all'episcopato di quella stessa città. Successivamente seguì le sorti del vicentino, passando attraverso le dominazioni scaligera, viscontea e, dal 1404, veneziana.§ Edifici quattrocenteschi sono la villa Ricci detta Ca' Brusà, la chiesetta della Gran Madre di Dio, la villa Negri (ora scuola) e la parrocchiale, rifatta nel 1870, che conserva un altare del Seicento con parapetto e angeli di O. Marinali. § L'agricoltura produce cereali, uva e foraggi per l'allevamento del bestiame; l'industria opera nei settori metalmeccanico e della produzione di materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati