Questo sito contribuisce alla audience di

Andrzejewski, Jerzy

narratore polacco (Varsavia 1909-1983). Staccatosi dalla corrente cattolica durante la seconda guerra mondiale, ottenne il successo con il romanzo Cenere e diamanti (1948), sui tragici contrasti della società polacca nel dopoguerra. Indagò gli aspetti psicologici e filosofici dei conflitti tra le ragioni morali e ideologiche dell'uomo in Buio sulla terra (1957). Romanzo sulla figura dell'artista nella prospettiva delle esperienze seguite agli eventi del 1968 in Polonia è Poltiglia (1982), mentre Appello (1983) fornisce un'ulteriore versione dei “destini polacchi” impregnati dei drammi e delle tragedie personali. Scrisse anche racconti come La notte (1946), La volpe d'oro (1955), Adesso tocca a te lo sterminio (1976) e Quasi nulla ormai (1982); il romanzo Viene travalicando per i monti (1963) e il dramma Prometeo (1970). Postumi sono usciti una raccolta in due parti di bozzetti, annotazioni e riflessioni (Scherzando con l'ombra, 1987, e Da un giorno all'altro, 1988) e Le porte del paradiso (1988).

Media


Non sono presenti media correlati