Questo sito contribuisce alla audience di

Anguilla

isola (96 km²; 12.000 ab. secondo una stima del 2003; capoluogo The Valley) delle Piccole Antille, nel gruppo delle Leeward (isole Sottovento); è di origine corallina, piatta e di forma allungata (donde il nome); il clima è subtropicale, temperato dagli alisei. L'agricoltura (che occupa solo il 4,2% della forza lavoro) soffre per il suolo povero e per la mancanza d'acqua e i suoi prodotti non sono sufficienti a coprire il fabbisogno alimentare; unica nota positiva del settore primario è rappresentata dalla pesca delle aragoste, che alimenta una discreta esportazione. Rilevanti anche l'estrazione di salmarino (in gran parte utilizzato dall'industria petrolifera di Trinidad) e la cantieristica. Nel 1994 la crescita economica di questa piccola dipendenza britannica è stata del 6,5%, soprattutto nei settori del turismo (+20%), delle banche e delle società offshore (+23%). Nel settembre 1995, però, il passaggio del ciclone Luis ha provocato gravissimi danni alle abitazioni e alle infrastrutture dell'isola, con conseguenze anche sul turismo che, dopo un inevitabile calo del 15%, nel 1996 è tornato a crescere. Altra fonte di reddito sono le rimesse dei numerosi Anguillani che lavorano all'estero. L'unico aeroporto si trova a Wallblake; il governo ha tuttavia promosso la costruzione di un nuovo aeroporto, mentre la Banca caribica per lo sviluppo prevede di finanziare l'ampliamento del porto di Island Harbour e la rete stradale dell'isola. § Fu colonizzata dagli Inglesi nel 1650; con le vicine isole di Saint Christopher (Saint Kitts) e Nevis costituì dal febbraio 1967 uno Stato associato al Regno Unito. In base alla Costituzione del febbraio 1976, modificata nel 1990, è divenuta una dipendenza britannica con autonomia interna, separata da Saint Kitts e Nevis; comprende anche l'isola di Sombrero (5 km²). Lingua ufficiale è l'inglese.

Media


Non sono presenti media correlati