Questo sito contribuisce alla audience di

Anvèrsa degli Abruzzi

comune in provincia di L'Aquila (88 km), 560 m s.m., 31,78 km², 431 ab. (anversani), patrono: san Marcello (16 gennaio).

Centro posto nell'alta valle del fiume Sagittario, sul versante orientale del monte Mezzana. Di origine medievale, appartenne dal Duecento ai conti Di Sangro, finché nel 1479 venne infeudato ai da Procida; poco dopo passò ai Belprato, quindi ai Roiano. Fu danneggiato dai terremoti del 1984.§ La parrocchiale di San Marcello, con portale gotico ogivale, conserva nella lunetta un affresco del sec. XV. La chiesa della Madonna delle Grazie risale al sec. XVI, con un bel portale, alcuni altari e un trittico, sull'altare maggiore, coevi. Dominano l'abitato i resti del castello, eretto nel 1406 da Antonio di Sangro, dove D'Annunzio ambientò la tragedia La fiaccola sotto il moggio.§ L'economia si basa sia sull'agricoltura (cereali, foraggi, uva e olive), sia sull'industria edile e dei materiali da costruzione. Sono presenti aziende artigianali nel settore tessile. L'allevamento ovino e caprino alimenta l'attività casearia (ricotta e pecorino dei Parchi). È base di partenza per escursioni alla Riserva Naturale Gole del Sagittario, che alimentano un'importante centrale idroelettrica.§ È compreso nel parco letterario dedicato a Gabriele D'Annunzio.

Media


Non sono presenti media correlati