Questo sito contribuisce alla audience di

Arnault, Antoine-Vincent

scrittore francese (Parigi 1766-Goderville, Le Havre, 1834). Ammesso all'Académie Française nel 1803, ne fu poi escluso e riammesso come segretario perpetuo nel 1829. Ebbe un momento di successo durante la Rivoluzione e l'Impero come autore di tragedie di modesto valore: Marius à Minturne (1791), Lucrèce (1793) e, più tardi, Le proscrit ou les Guelfes et les Gibelins (1827). Scrisse anche Fables et poésies (1826) e Fables et nouvelles (1834).

Media


Non sono presenti media correlati