Questo sito contribuisce alla audience di

Artale, Giusèppe

letterato italiano (Mazzarino 1628-Napoli 1679). Famoso spadaccino, unì alle imprese più temerarie il gusto della metafora ardita e violenta. Delle sue rime mariniste è celebre il verso “bagnar coi Soli e rasciugar coi Fiumi”, tipico esempio delle “acutezze” barocche. L'Enciclopedia poetica (1679), che raccoglie la sua produzione, comprende, oltre alle liriche, il romanzo Cordimarte e la tragedia a lieto fine Guerra tra i vivi e i morti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti