Questo sito contribuisce alla audience di

Aubert, Hermann

fisiologo tedesco (Francoforte 1826-? 1892). Dal 1865 professore e direttore dell'Istituto fisiologico di Rostock. Tra le opere: Gründzüge der phisiologischen Optik (1875; Elementi di ottica fisiologica).

Inclinazione apparente della verticale visiva nella stessa direzione dell'inclinazione della testa o del corpo. Il fenomeno, descritto da Aubert nel 1861, si pone in evidenza presentando in camera oscura a un soggetto che abbia la testa o il corpo inclinati una linea luminosa obiettivamente verticale, che apparirà inclinata nella direzione opposta a quella del soggetto. Il fenomeno è di costante riscontro nei bambini; negli adulti, soprattutto se l'inclinazione corporea è superiore a 30º, è più frequente il manifestarsi del fenomeno opposto, detto “di Müller” (inclinazione apparente della verticale in senso opposto a quella corporea) che viene interpretato come capacità di compensazione (vedi autocinetico).