Questo sito contribuisce alla audience di

Azzano d'Asti

comune in provincia di Asti (7 km), 216 m s.m., 6,43 km², 371 ab. (azzanesi), patrono: san Giacomo (25 luglio).

Centro posto al limite tra il Basso e l'Alto Monferrato, alla destra del fiume Tanaro. Fu possesso del comitato, della Chiesa e poi del comune di Asti. Conquistato dai Visconti, rimase loro, salvo un breve periodo, fino al 1620, quando i Savoia lo cedettero ai Capra e agli Scozia. Si chiamò Azzano del Tanaro fino al 1904. § La parrocchiale di San Giacomo conserva tracce delle sue origini nel campanile romanico. Su un vicino colle si trovano i pochi resti del monastero benedettino di San Bartolomeo, fondato nel sec. X e soppresso e distrutto nel 1801. § L'economia si basa sull'agricoltura, che produce uva da vino (barbera), frumento, mais e foraggi; si producono nocciole.