Questo sito contribuisce alla audience di

Bòsia

comune in provincia di Cuneo (65 km), 484 m s.m., 5,64 km², 204 ab. (bosiesi), patrono: san Nazario (28 luglio).

Centro delle Langhe, situato sul versante occidentale dei rilievi che dividono la valle del torrente Belbo da quella della Bormida di Millesimo. Denominato anticamente Boxa e Bozeda, appartenne ai marchesi del Vasto e di Savona. Nel 1142 fu di Bonifacio di Cortemilia, in seguito dei Ceva e del comune di Asti (1209), finché passò ai Savoia (1631). Distrutto quasi interamente da una frana nel 1686, venne ricostruito tra i sec. XVIII e XIX.L'abitato è dominato dalla parrocchiale neoclassica di San Nazario.§ L'agricoltura fornisce cereali, nocciole e fagioli. È diffuso l'allevamento, al quale si lega un'ottima produzione lattiero-casearia. Il patrimonio paesaggistico e naturalistico del territorio attrae un discreto movimento turistico.

Media


Non sono presenti media correlati