Questo sito contribuisce alla audience di

Bažan, Mykola Platonovyč

poeta ucraino (Kamenec-Podolski 1904-Kÿe 1983). Dopo avere esordito cantando episodi della guerra civile e l'avvento di nuove strutture politiche e sociali nell'Unione Sovietica, Bažan polemizzò con ideologie contrarie mediante il poema La morte di Amleto (1932) e tratteggiò un'interessante biografia di S. M. Kirov nel poema Immortalità (1934). I motivi patriottici presenti nell'ispirazione del poeta, già avvertibili nel poema Padri e figli (1938) e in Madre (1939), furono da lui sviluppati al tempo della guerra antinazista, per esempio nelle raccolte Quaderno di Stalingrado (1943) e Studi kieviani (1944). L'impegno ideologico di Bažan è apparso chiaro nel periodo postbellico, specialmente nel ciclo Impressioni inglesi (1948). Dopo le splendide raccolte di versi Presso la torre Spasskaja (1952) e Incontri italiani (1961), il poema Volo attraverso la bufera (1962) e il ciclo poetico Quattro racconti sulla speranza (1966), ha scritto: Racconti sul signor Dio, Ricordi dell'Uman (1972) e Nonni e nipoti (1979). Nel 1977 ha pubblicato Meditazioni notturne di un vecchio lavoratore. Nel 1985 è uscita l'opera completa, il cui terzo volume contiene le memorie, mentre il quarto raccoglie i saggi critici.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti