Questo sito contribuisce alla audience di

Bagaladi

comune in provincia di Reggio di Calabria (48 km), 473 m s.m., 30,81 km², 1286 ab. (bagaladesi), patrono: san Teodoro (9 novembre).

Centro situato alla destra della fiumara di Melito, alle pendici del monte Sant'Angelo; è compreso nel Parco Nazionale dell'Aspromonte. Il nome sembra derivi dall'espressione araba Baha Allah (“la bellezza che viene da Dio”): ciò potrebbe far risalire l'origine del borgo ai tempi dell'invasione saracena della Calabria. Appartenne alla Baronia di Amendolea fino al 1488 e poi a quella di San Lorenzo. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1783.§ La parrocchiale di San Teodoro, ricostruita in forme d'imitazione rinascimentale, conserva in una piccola cappella interna un gruppo marmoreo dell'Annunciazione (1504), opera della scuola di Antonello Gagini.§ I principali prodotti agricoli sono agrumi, olive e uva (con produzione di olio e di vino cuvertà), oltre a cereali e ortaggi; si pratica l'allevamento, soprattutto ovino e bovino, cui si collega la produzione di formaggi e salumi tipici. Nel territorio sgorgano due sorgenti di acqua sulfurea.

Media


Non sono presenti media correlati