Questo sito contribuisce alla audience di

Ban, Matija

poeta, drammaturgo e pubblicista serbo (Petrovo Selo, Ragusa, 1818-Belgrado 1903). Precettore presso il principe Alessandro Karađŏrđević, svolse varie missioni diplomatiche per diventare nel 1861 il capo dell'ufficio stampa serbo. Più importante dei versi patriottico-moralistici fu allora la sua produzione drammatica, ispirata alla storia slava e scritta in serbo (all'inizio Ban compose in italiano), della quale ricordiamo Lo zar Lazzaro o la rovina di Kosovo (1858), Wanda, regina polacca (1868), Giovanni Hus (1880), Il principe Nikola Zrinjski (1888). Tra i pamphlet, in cui Ban difese la politica serba, sono di un certo interesse: Réorganisation politique de l'Orient sur la base de l'équilibre des races (1878) e Solution de la question d'Orient par l'Europe ou par la Porte (1885).

Media


Non sono presenti media correlati