Questo sito contribuisce alla audience di

Bandinèlli, Bàccio (Bartolomèo)

scultore italiano (Firenze 1488-1559). Della famiglia Bandini, mutò il suo cognome in Bandinelli. Artista colto e ricco di talento, fu animatore a Firenze e a Roma di un'intensa vita culturale (fondò in queste città un'accademia). Nonostante i suoi limiti fu lo scultore più rinomato del Cinquecento italiano dopo Michelangelo, di cui risentì l'influenza, accentuando però la voluminosità delle muscolature. Legato alla famiglia medicea, realizzò le tombe dei due papi Medici (Leone X e Clemente VII) nel coro di S. Maria sopra Minerva. A Firenze si trovano le opere che suscitarono polemiche vivacissime (Ercole e Caco, statua gigantesca in piazza della Signoria, del 1534; l'incompiuto monumento funebre a Giovanni dalle Bande Nere, in piazza S. Lorenzo; il bellissimo e calibratissimo recinto del coro di S. Maria del Fiore). I suoi innumerevoli e stupendi disegni sono un'importante testimonianza della funzione svolta dal Bandinelli nell'evoluzione in senso intellettualistico del manierismo.

Media


Non sono presenti media correlati