Questo sito contribuisce alla audience di

Bazzóni, Giambattista

narratore e patriota italiano (Novara 1803-Milano 1850). Con il romanzo Il castello di Trezzo (1827) introdusse in Italia l'imitazione del romanzo storico di W. Scott. Nei romanzi successivi subì l'influsso del Manzoni (Falco della rupe o la guerra di Musso, 1829) e di V. Hugo (La bella Celeste degli Spadari, 1830; Zagranella, 1845). Scrittore mediocre, ebbe successo per la piena rispondenza della sua produzione alle esigenze del gusto contemporaneo.

Media


Non sono presenti media correlati