Questo sito contribuisce alla audience di

Beaverbrook, William Maxwell Aitken, 1º baróne di-

finanziere e politico anglo-canadese (Maple, 1879-Mickleham 1964). Creatasi una fortuna in Canada, si ritirò dal mondo degli affari per entrare nella vita politica inglese. Entrato ai Comuni come deputato dei conservatori (1910), ebbe considerevole influenza su Bonar Law, di cui fu segretario privato, e su Lloyd George, nel cui gabinetto di coalizione rivestì la nuova carica di ministro delle Informazioni (1918). Acquistato il giornale Daily Express (1917), ne fece il portavoce delle sue idee, fondando poi il Sunday Express (1921) e assicurandosi il controllo dell'Evening Standard (1923). Sottovalutato il pericolo nazista fino allo scoppio delle ostilità, entrò poi a far parte del gabinetto di guerra di W. Churchill come ministro della Produzione Aeronautica (1940), ministro di Stato (1941), ministro dei Rifornimenti (1941-42) e lord del Sigillo Privato (1943-45). Dopo la guerra si oppose all'ingresso della Gran Bretagna nella CEE.

Media


Non sono presenti media correlati