Questo sito contribuisce alla audience di

Belàcqua

liutaio di Firenze (da identificare forse con Duccio di Bonavia), amico di Dante che nella Commedia (Purgatorio, IV) lo colloca tra i pigri e svolge con lui una sottile schermaglia sul tema della solerzia morale.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti