Questo sito contribuisce alla audience di

Bevagna

comune in provincia di Perugia (45 km), 210 m s.m., 56,16 km², 4799 ab. (bevanati), patrono: san Vincenzo (6 giugno).

Centro della valle Umbra ai piedi della catena del monte Martano e al margine occidentale della piana di Foligno. È l'antica Mevania, città degli Umbri, poi municipio romano e fiorente centro commerciale per la sua posizione lungo la via Flaminia. Colpito dalle invasioni barbariche, fece parte del ducato longobardo di Spoleto per divenire, agli inizi del sec. XII, libero comune. Distrutto prima dal Barbarossa nel 1152 e poi dal conte D'Aquino per ordine di Federico II nel 1249, risorse, ma fu di nuovo devastato nel 1375 dai Trinci di Foligno che lo tolsero a Perugia. Nel 1439 passò allo Stato Pontificio, che lo tenne fino al 1860, salvo due brevi periodi (sec. XVI) in cui appartenne ai Baglioni. § Notevoli le testimonianze storico-artistiche: del periodo romano rimangono tracce delle mura in blocchi di pietra, resti delle terme con pavimento musivo, del lastricato dell'antica via Flaminia, del teatro e di un tempio del sec. II d. C. Importanti i monumenti medievali: il Palazzo dei Consoli (1270), le chiese di San Silvestro (1195), San Michele (sec. XII), San Francesco e l'intatta cinta muraria (1249-1377). § È capoluogo di un vasto territorio a economia agricola: vite (rosso di Montefalco DOC), frumento, mais, barbabietole, girasole, sorgo, tabacco; notevole importanza ricopre l'allevamento bovino e suino. § La regista Liliana Cavani vi girò parte del film Francesco d’Assisi (1966).

Media


Non sono presenti media correlati