Questo sito contribuisce alla audience di

Bihalji Merin, Oto

scrittore e saggista serbo (Zemun 1904-Belgrado 1993). Visse a Berlino, a Parigi, in Svizzera e in Spagna fino alla fine della guerra, quando ritornò in Iugoslavia. Ottenne un grande successo col romanzo Attacco al cosmo (1936), tradotto in sei lingue, e con La Spagna tra la morte e la nascita (1937; edizione inglese 1938). Nel romanzo Arrivederci in ottobre (1947) descrisse la vita nei campi di concentramento nazisti. Tra i suoi drammi sono da citare Fonderia (1949) e Il portone invisibile (1957); tra i saggi Le idee e le lotte (1950), Incontri col tempo (1957), I fondamenti del pensiero moderno nella letteratura e nell'arte (1964), Immagine e immaginazione (1974), Pittori su vetro (1978).

Media


Non sono presenti media correlati