Questo sito contribuisce alla audience di

Bogino, Giambattista Lorènzo

statista piemontese (Torino 1701-1784). Apprezzato giureconsulto, ebbe elevati incarichi (consigliere di Stato e referendario nel Consiglio dei memoriali) da Vittorio Amedeo II e Carlo Emanuele III. Durante la guerra di successione austriaca, come primo segretario della Guerra (nominato nel 1742), ideò la liberazione di Alessandria (1746) e favorì, contro il predominio borbonico in Italia, la stretta alleanza del Piemonte con l'Austria. Si curò poi di rimodernare la viabilità del regno, unificò la moneta e soprattutto migliorò le condizioni della Sardegna con bonifiche, la coltura del gelso e del tabacco, l'istituzione di due università, una più equa amministrazione della giustizia e la lotta contro i privilegi nobiliari. Allontanato dalla vita pubblica (1773) da Vittorio Amedeo III, si dedicò a studi storico-filosofici.

Media


Non sono presenti media correlati