Questo sito contribuisce alla audience di

Bonvicino

comune in provincia di Cuneo (47 km), 502 m s.m., 7,23 km², 119 ab. (bonvicinesi), patrono: santi Giacomo e Cristoforo (25 luglio).

Centro delle Langheoccidentali, situato su un colle alla destra del torrente Rea, affluente del fiume Tanaro. Possesso dei signori di Dogliani, passò ai marchesi di Saluzzo (sec. XII) e fu donato a Margherita di Saluzzo allorché andò in sposa al conte d'Aragona Sanseverino (sec. XV). Fu feudo dei San Martino di Agliè (1501) e poi dei Savoia (1601).Di un certo interesse è la parrocchiale di San Giacomo del sec. XVIII.§ Nell'agricoltura spicca la coltivazione della vite (dolcetto DOC), cui si affianca quella di foraggi, cereali e nocciole; attivo l'allevamento bovino. Il settore manifatturiero vede attive imprese tessili, medico-erboristiche e della lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati