Questo sito contribuisce alla audience di

Borsièri, Piètro

letterato italiano (Milano 1788-Belgirate 1852). Fu tra i primi sostenitori degli ideali romantici in Italia. Nel 1816 pubblicò le Avventure letterarie di un giorno, diagnosi spregiudicata delle condizioni delle lettere in Italia, in linea con la migliore tradizione illuministica lombarda. Nel 1818 fu tra i fondatori del Conciliatore, per il quale stese il Programma e numerosi articoli, che rivelano una singolare personalità di critico e di moralista aperto alle correnti letterarie più moderne. Già sospetto alla polizia come liberale, nel 1822 fu implicato nel processo Confalonieri: condannato a morte, gli fu poi commutata la pena in venti anni di carcere duro allo Spielberg. Amnistiato, prese parte alle Cinque Giornate di Milano.

Media


Non sono presenti media correlati