Questo sito contribuisce alla audience di

Briati, Giusèppe Lorènzo

maestro vetraio italiano (Murano 1686-Venezia 1772). Contribuì in modo determinante al rinnovamento dell'arte vetraria muranese, neutralizzando la concorrenza boema con la fabbricazione di vetri “uso cristallo”. Dal 1737 la produzione della sua fornace si orientò appunto competitivamente su lampadari a gocce, centri tavola, intarsi per mobili, cristallerie “uso Boemia”. Gli è dovuto un trattato sull'arte del vetro, conservato in manoscritto nell'Archivio di Stato di Venezia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti