Questo sito contribuisce alla audience di

Brisèide

(greco Brisēís; latino Brisēis-ídis). La figlia di Brise, sacerdote di Apollo, ricordata nell'Iliade come schiava di Achille, cui viene tolta da Agamennone, dando origine in tal modo a quell'ira dell'eroe che costituirà la materia del poema. Il suo nome era Ippodamia.

Media


Non sono presenti media correlati