Questo sito contribuisce alla audience di

Cécchi, Iàcopo

poeta italiano (Firenze seconda metà del sec. XIV). Notaio fiorentino, è autore di due canzoni, una delle quali (Morte, poich'io non truovo acui mi doglia), fu a lungo attribuita a Dante.

Collegamenti