Questo sito contribuisce alla audience di

Cémbra

comune in provincia di Trento (23 km), 667 m s.m., 16,97 km², 1741 ab. (cembrani), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro della valle omonima, alla destra del torrente Avisio. Le sue antiche origini sono attestate da numerosi oggetti risalenti alla prima Età del Ferro e all'epoca romana. Feudo dei signori di Salorno (sec. XII), passato ai conti di Tirolo (sec. XIII), fu successivamente unito alla giurisdizione di Königsberg.§ La romanica chiesa di San Pietro (sec. XII) ha un elegante campanile cuspidato, ornato da trifore e quadrifore; nell'abside conserva affreschi cinquecenteschi. La parrocchiale dell'Assunta (sec. XV-XVI, ma rimaneggiata successivamente) è preceduta da un portico affrescato di più antica origine; all'interno conserva una tela di M. T. Polacco (Madonna del Rosario).§ L'agricoltura produce uva, cereali e patate; l'industria è attiva soprattutto nei settori enologico (müller thurgau), estrattivo (porfido) e della lavorazione del legno. In espansione l'attività turistica.

Media


Non sono presenti media correlati