Questo sito contribuisce alla audience di

Tiròlo

Guarda l'indice

Territorio

Regione storica che corrisponde geograficamente all'area compresa dall'attuale Stato federato (Land) austriaco e dalla zona italiana dell'Alto Adige (provincia di Bolzano) denominata anche Südtirol. Deriva il proprio nome dal castello dei conti di Tirolo.

Storia

Abitato da popolazioni retiche, entrò a far parte dell'Impero Romano nel 15 a. C. e fu annesso alla provincia della Raetia, con confine a Chiusa. Non mutò questa ripartizione territoriale sotto le successive dominazioni degli Ostrogoti e dei Bizantini fino alla fine del sec. VI. Con la conquista longobarda la provincia si scisse in due unità amministrative: a S della catena alpina fu costituito il Ducato di Trento, mentre a N dominavano i Bavari (o Baiuvari). L'unità fu ricostituita con l'Impero Carolingio, nel quale Carlo Magno (788) l'integrò. Agli inizi del sec. XI sorsero i feudi vescovili di Trento e di Bressanone. La contea del Tirolo si sviluppò nel sec. XIII e, nel 1363, passò agli Asburgo. Soggetto a una rapida germanizzazione, il Tirolo prosperò al punto da sostenere un conflitto con Venezia (sec. XV). Un altro conflitto, con il Grauerbund, provocò nel 1499 una lunga guerra tra svizzeri e Lega Sveva, alleata dei tirolesi. Il primo Cinquecento vide la rivolta contadina, ma poi la popolazione ritornò all'obbedienza agli Asburgo. Il Tirolo non subì danni dalla guerra dei Trent'anni e mantenne la sua importanza commerciale anche dopo lo spostamento dei traffici austriaci su Trieste (inizi sec. XVIII) e una certa autonomia per il suo spirito particolaristico e la devozione agli Asburgo. Questa anzi spinse i tirolesi contro la Baviera, che dal Seicento coltivava mire sui loro territori: nel 1703 (guerra di successione spagnola) la guerriglia popolare bloccò gli eserciti convergenti di Massimiliano II di Baviera e di L. J. Vendôme; ancora contro i bavaresi si sollevarono i patrioti guidati da A. Hofer (1809). Dopo un breve periodo di spartizione tra Francia napoleonica e Baviera, il Tirolo, compresi i vescovati (secolarizzati nel 1803) di Trento e Bressanone, si ricostituì sotto gli Asburgo (1815). Alla fine della prima guerra mondiale la parte meridionale fu attribuita dal Trattato di Saint-Germain-en-Laye all'Italia (1919), assumendo la denominazione di Alto Adige, mentre la zona a N dello spartiacque diventava un Land della Repubblica austriaca.