Questo sito contribuisce alla audience di

Còsroe II

sovrano della dinastia dei Sassanidi, detto Aparvēz (il vittorioso). Regnò fra il 590 e il 628. Con l'aiuto di truppe bizantine inviate dall'imperatore Maurizio, Cosroe riuscì a riottenere il trono del quale si era impadronito l'usurpatore Varhrān. Nel 602, con il pretesto di vendicare l'uccisione dell'imperatore Maurizio, aprì le ostilità contro i Bizantini; le sue truppe penetrarono in Asia Minore e in Siria, conquistarono Damasco, Gerusalemme e Alessandria e assediarono Costantinopoli. Pochi anni dopo, Eraclio, successore di Foca, gli tolse tutte le conquiste. Cosroe, che aveva rifiutato la pace, fu ucciso in una rivolta dei suoi generali.

Media


Non sono presenti media correlati