Questo sito contribuisce alla audience di

Calasca-Castiglióne

comune nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola (39 km da Verbania), 665 m s.m., 57,66 km², 765 ab. (calaschesi e castiglionesi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro esteso nella bassa valle Anzasca; sede comunale è Antrogna. Fu sotto il dominio dei conti di Biandrate dal 1070 al 1291; in seguito fece parte del comune di Novara e, nel 1332, entrò nei domini dei Visconti, seguendo poi le vicende dell'Ossola inferiore. § La parrocchiale di Sant'Antonio Abate (sec. XVIII) è preceduta da un massiccio pronao a cinque arcate. Il santuario della Madonna della Gurva è eretto su un masso a strapiombo sul torrente Anza. § L'economia si basa sul turismo estivo ed escursionistico, sull'agricoltura, che produce cereali e foraggi, e sull'allevamento bovino. § Nei dintorni, l'alpeggio di Drocala (940 m), in un'ampia distesa di pascoli, ha conservato intatta nei secoli l'originalità dell'architettura spontanea montana con edifici in pietra.