Questo sito contribuisce alla audience di

Calci

comune in provincia di Pisa (14 km), 40 m s.m., 25,16 km², 5838 ab. (calcesani), patrono: sant’ Ermolao (prima domenica di agosto).

Centro della Valgraziosa, conca che dal monte Pisano digrada verso la piana dell'Arno. Nominato in epoca romana locus Calcis per la presenza di calce nelle sue cave, nel Medioevo fu coinvolto con la sua fortezza Verrucana nelle vicende della lunga contesa tra Firenze e Pisa, di cui seguì le sorti. § Vi sorge la pieve romanico-pisana (sec. XI), con facciata policroma a doppio ordine di arcate e torre campanaria. Nei dintorni si trova la Certosa, grandioso complesso monastico del 1366, in parte ricostruito, comprendente chiesa, foresteria, celle e chiostri di età rinascimentale e barocca. Da segnalare è l'annesso Museo di storia naturale e del territorio, dipendente dall'Università di Pisa. § Rilevante l'attività agricola (olive, cereali e foraggi) e agrituristica.

Collegamenti