Questo sito contribuisce alla audience di

Canina, Luigi

architetto, teorico e archeologo italiano (Casale Monferrato 1795-Firenze 1856). Di ispirazione neoclassica, fu allievo del Bonsignore a Torino. Dal 1818 C. fu a Roma e dal 1825 ca. diresse, quale architetto di casa Borghese, il completamento di Villa Borghese, realizzando i propilei di ingresso sul piazzale Flaminio. È più noto per i suoi studi sull'architettura antica (L'architettura dei principali popoli antichi considerata nei monumenti, dal 1827; Pianta topografica di Roma, 1831; Antica Etruria Marittima, 1846-51) e per la sistemazione archeologica della via Appia. Nel volume Particolare genere di architettura domestica... (1852) propose modelli di utilizzazione del ferro per l'architettura.