Questo sito contribuisce alla audience di

Caravino

comune in provincia di Torino (47 km), 257 m s.m., 11,48 km², 1008 ab. (caravinesi), patrono: san Giacomo (25 luglio).

Centro del Canaveseorientale, situato ai piedi delle alture moreniche che si estendono tra il lago di Viverone e la Dora Baltea. Due chilometri a S sorge Masino, che fu sin dal Mille capoluogo dell'omonima contea, sottoposta ai Valperga. Nel 1391 e nel 1397 fu devastato da Facino Cane e nel 1480 dalle milizie sabaude. § A Caravino una cappella sorge sul luogo del martirio di san Solutore. Di origini antichissime, dal sec. XI della famiglia Valperga, il castello di Masino fu più volte modificato e nel sec. XVIII trasformato in un'elegante residenza signorile; circondato da un grande parco, conserva arredi, quadri e affreschi (sec. XVII-XVIII) e, nella cappella, una tela del Moncalvo e un'urna con le ceneri di Arduino d'Ivrea. Nella scuderia settecentesca è custodita una ricca collezione di carrozze (sec. XVIII-XIX). Dal 1988 è entrato a far parte del patrimonio del Fondo per l'Ambiente Italiano. § Le risorse sono in prevalenza agricole (cereali, frutta e uva) e zootecniche; l'industria riguarda alcune aziende artigiane. La valorizzazione del castello dei Valperga ha dato incremento al turismo.