Questo sito contribuisce alla audience di

Carmignano

comune in provincia di Prato (13 km), 189 m s.m., 38,59 km², 11.857 ab. (carmignanesi), patrono: san Michele (29 settembre).

Centro sulle pendici orientali del monte Albano, alla destra dell'Arno. Antico castello medievale, menzionato fin dall'alto Medioevo, appartenne a Pistoia e, dal 1228, a Firenze. Tra il 1325 e il 1328 fu occupato da Castruccio Castracani, che ne fece un caposaldo contro Firenze. § Della rocca rimane il “campano”, oggi torre civica. La chiesa di San Michele, che conserva l'originaria struttura gotica con loggiato esterno e un portico rinascimentale, custodisce la Visitazione del Pontormo, capolavoro del manierismo toscano. Nel territorio si segnalano la tomba etrusca di Montefortini (Comeana) e i numerosi edifici religiosi dell'epoca romanica, tra i quali spicca la pieve di San Leonardo ad Artimino (1107, ma alterata nel 1708). Splendido esempio di architettura civile è la villa di Artimino, detta “la Ferdinanda”, costruita dal Buontalenti (1594) per conto di Ferdinando I de' Medici. § All'agricoltura (cereali, uva da vino, olive), all'allevamento bovino e suino e all'artigianato si affiancano numerose aziende industriali di piccole e medie dimensioni, operanti nei settori tessile, enologico (noti i vini carmignano e artimino), dell'abbigliamento, chimico; tradizionale è la lavorazione della pietra serena.