Questo sito contribuisce alla audience di

Casalànguida

comune in provincia di Chieti (76 km), 450 m s.m., 13,59 km², 1096 ab. (casalanguidesi), patrono: san Nicola (12 maggio).

Centro del Subappennino frentano, posto alla sinistra del fiume Sinello. Fondato nel Medioevo, appartenne ai conti Di Sangro dal 1269. Nel 1450 venne infeudato al principe di Conca e, in seguito, passò ai D'Avalos. Al centro del paese è il palazzo baronale (sec. XVI, rifatto nel XVIII-XIX). § L'economia si basa sull'agricoltura (frumento, uva da vino, patate, olive, mais, ortaggi, frutta e foraggi per l'allevamento), cui si affianca l'apicoltura. Operano aziende nel settore dell'abbigliamento. Una certa importanza ha il turismo di villeggiatura estiva.

Collegamenti