Questo sito contribuisce alla audience di

Casaleóne

comune in provincia di Verona (37 km), 16 m s.m., 38,29 km², 5929 ab. (casaleonesi), patrono: san Biagio (3 febbraio).

Centro del basso Veronese, situato nella pianura tra il Po e l'Adige. Numerosi reperti, conservati nel Museo di Castelvecchio a Verona, ne testimoniano l'origine romana. Ricordato in un documento del 1180, fu feudo dei Sambonifacio (sec.XII-XIII), quindi dei Rangone e nel sec. XV di Giacomo dal Verme. § La parrocchiale di San Biagio del 1885 fu eretta su una più antica fabbrica (ora trasformata in oratorio), della quale rimane il campanile romanico sopraelevato nel sec. XVIII. Affreschi rinascimentali si trovano nel palazzo Sanguinetto, mentre una tela del Brusasorci è nella parrocchiale della frazione Sustinenza. § L'agricoltura produce cereali, frutta, ortaggi, foraggi, tabacco, il tradizionale radicchio rosso (nel mese di gennaio se ne tiene una mostra) e vede attivo il settore delle forniture per la zootecnia e delle sementi; si pratica l'allevamento bovino e suino. L'industria è attiva nei comparti alimentare, tessile, meccanico, delle confezioni, della lavorazione del legno e del mobile; tradizionale è l'artigianato del mobile d'arte.