Questo sito contribuisce alla audience di

Castelnoviano

agg. e sm. Facies culturale mesolitica, che prende nome dal centro francese di Châteauneuf-les-Martigues (6800 ab.) nel dipartimento delle Bouches-du-Rhône, 27 km a NW del capoluogo Marsiglia. È compresa tra il VI e il V millennio a. C. ed è caratterizzata da industria microlitica ricca di elementi trapezoidali, nonché grattatoi denticolati e bulini di tradizione epipaleolitica e da una particolare tecnica di taglio che permette il distacco di sottili lame a margini paralleli e sezione trapezoidale o triangolare. Nell'Italia nordorientale, il Sauveterriano e il Castelnoviano costituiscono i complessi mesolitici nell'arco di tempo compreso tra 10.000 e 6500 anni fa. Diversi giacimenti sono stati studiati nella conca di Trento. Una delle serie più importanti è quella individuata nel riparo di Romagnano III nella valle dell'Adige. Al Castelnoviano sono attribuiti anche diversi siti di montagna rinvenuti in particolare nell'area delle Dolomiti (per esempio Frea IV, ripari I e II di Passo Sella e Mondeval de Sora)