Questo sito contribuisce alla audience di

Caterina d'Alessàndria

santa, vergine e martire (m. 415). Le fonti agiografiche, la Conversio e la Passio, tardive (sec. VIII-IX), la dicono di famiglia regale, colta in filosofia, uccisa per decapitazione dopo essere stata salvata miracolosamente dalla tortura della ruota (per questo chiamata anche Caterina della Ruota) e trasportata dopo la morte sul Sinai dagli Angeli. Molto venerata nel Medioevo, la sua festa (già 25 novembre) è stata abolita dalla riforma liturgica del 1969.

Collegamenti