Questo sito contribuisce alla audience di

Cavàglio d'Agógna

comune in provincia di Novara (24 km), 243 m s.m., 9,85 km², 1282 ab. (cavagliesi), patrono: Madonna del Carmine (16 luglio).

Centro situato nella pianura alla destra del torrente Agogna. Citato in un documento del 1030, appartenne al comitato di Pombia e, a partire dal 1152, ai conti di Biandrate. Fece parte in seguito del feudo di Momo, di cui Galeazzo Maria Sforza nel 1466 investì i Casati; da questi passò poi ai Visconti. La parrocchiale settecentesca conserva un dipinto di Lorenzo Peracino (sec. XVIII). § L'economia si basa sull'agricoltura (riso, uva, foraggi) e sull'industria, attiva nei settori delle rubinetterie e dell'abbigliamento.