Questo sito contribuisce alla audience di

Cavédine

comune in provincia di Trento (24 km), 529 m s.m., 38,32 km², 2730 ab. (cavedinesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro sul versante occidentale del monte Cornetto. Attestano le antichissime origini oggetti dell'età della pietra e romani rinvenuti sul posto.§ Fra le numerose case rustico-nobiliari, tutte databili ai sec. XV-XVIII, spicca quella dei Madruzzo, con elementi rinascimentali; la parrocchiale dell'Assunta, settecentesca, è affrescata internamente. Nei pressi dell'abitato si trova una fonte romana molto ben conservata: si tratta di una stanzetta sotterranea, cui si accede mediante scalinata, dove una fontana, sostenuta da un arco a tutto sesto, raccoglie le acque della falda freatica.§ Compongono il quadro economico l'agricoltura, che produce mele, uva, ciliegie, olive e patate, e l'industria, attiva soprattutto nei settori meccanico, del legno ed enologico (vin santo). Rilevante il comparto turistico. Le acque del lago di Cavedine, insieme a quelle del lago di Toblino, alimentano la centrale idroelettrica di Torbole.