Questo sito contribuisce alla audience di

Cavagna o Cavagni, Giovanni Battista

architetto e pittore italiano (Roma metà del sec. XVI-Loreto 1613). Nell'ambito della cultura architettonica della Roma tardomanierista, sembra lavorasse inizialmente con G. P. Severi nella villa Montalto a Roma. Dal 1572 operò a Napoli; qui ricostruì il convento di S. Gregorio Armeno, con l'annessa chiesa (1574), eseguì interventi in S. Paolo Maggiore (1590-1603) e in Monteoliveto (1591), iniziò la costruzione del palazzo e della cappella del Monte di Pietà (1598) e dal 1603 lavorò al Palazzo Reale (non è ancora stato chiarito il rapporto con l'opera di D. Fontana). Nel 1605 succedette a Muzio Oddi come architetto della Santa Casa a Loreto; proseguì il palazzo sulla piazza della Madonna e nel santuario eseguì il progetto per il tempietto sull'altare del tesoro. Ad Ascoli progettò il Palazzo Comunale con la Loggia dell'Arringo (1610); a Fano iniziò la chiesa di S. Pietro in Valle.