Questo sito contribuisce alla audience di

Chadli, Bendjedid

uomo politico algerino (Bouteldja 1929-Algeri 2012). Membro di spicco dell'FLN, dopo l'indipendenza dell'Algeria (1963) ricoprì vari incarichi ministeriali. Alla morte di Boumedienne, fu eletto presidente della Repubblica (febbraio 1979). Riconfermato nella carica nel 1984 e nel 1989, Chadli attenuò il rigore socialista del predecessore e instaurò un regime più moderato, varando una riforma della Costituzione che introdusse il multipartitismo e allacciando contatti con i Paesi occidentali. Nel 1991 dovette far fronte alla rivolta degli integralisti islamici. La vittoria di questi ultimi al primo turno delle elezioni legislative svoltesi nel dicembre 1991 lo indussero a rassegnare le dimissioni (11 gennaio 1992): il vuoto di potere che ne seguì, consentì ai militari di assumere il controllo del Paese, sospendendo il processo elettorale che avrebbe sancito l'avanzata integralista.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti