Questo sito contribuisce alla audience di

Chasles, Michel

matematico francese (Épernon 1793-Parigi 1880). Pubblicò nel 1837 l'Aperçu historique sur l'origine et le développement des méthodes en géométrie (Saggio storico sull'origine e lo sviluppo dei metodi in geometria) nel quale fondò la sua ricerca sulle nozioni di dualità, di omografia e di involuzione, sviluppando lo studio delle coniche, delle quadriche e delle superfici rigate e, in generale, delle trasformazioni proiettive. In cinematica a Chasles si deve l'introduzione dei concetti di asse istantaneo di rotazione e di slittamento. Molto importanti sono due suoi teoremi: il primo afferma che in una corrispondenza algebrica tra due forme sovrapposte di prima specie, rappresentate da polinomi di grado m e n, gli elementi uniti, cioè gli elementi che vengono mutati in se stessi dalla corrispondenza, sono in numero m+n. Il secondo "Per il secondo teorema di Chasles vedi la figura a pg. 242 del 6° volume." afferma che per una figura piana che nel suo piano, in un certo istante, si muove di moto rotatorio attorno a un punto C (il centro di istantanea rotazione) "Per il teorema di Chasles vedi figura al lemma del 5° volume." le normali alle traiettorie di ciascuno dei suoi punti A, B, D, E passano per C. Conoscendo, in un moto rigido piano, il movimento di due punti risulta quindi individuata in ogni istante la posizione del centro di istantanea rotazione.