Questo sito contribuisce alla audience di

Chaudhari, Raghunath

poeta assamese (1879-1967). Noto come Vihagi kavi, “il poeta degli uccelli”, per i suoi ricorrenti riferimenti a essi e al loro canto, nella sua lirica più apprezzata, Ketaki (L'usignolo), Chaudhari personifica nel piccolo pennuto la potenza della creazione e identifica nel suo canto la risposta a un misterioso “richiamo” della natura, cui l'uomo è ormai sordo.