Questo sito contribuisce alla audience di

Chaulieu, Guillaume Amfrye, abate di-

poeta francese (Fontenay-en-Vexin 1639-Parigi 1720). Frequentatore del “Temple”, in cui si riunivano gli spiriti libertini ed eruditi che avevano riscoperto Lucrezio e l'epicureismo, fu soprannominato l'Anacreonte. Scrisse poesie sparse, odi, pubblicate spesso in raccolte collettive: La solitude de Fontenay, La Goutte, Èpîtres au chevalier de Bouillon, ecc., in cui una nuova sensibilità si fa luce tra i versi freddi della tradizione classica.