Questo sito contribuisce alla audience di

Chindasvindo

re della Spagna visigota. Autoproclamatosi sovrano in età avanzata, per porre fine alle turbolenze che caratterizzarono il regno di Chintila, regnò dal 642 al 653 (gli ultimi quattro anni, insieme al figlio e successore Recesvindo), ristabilendo la disciplina con mano di ferro. Aggiornò il codice di Leovigildo con nuove leggi (in parte di origine romana), poi incorporate nel codice di Recesvindo. Fu ripetutamente in conflitto con la Chiesa.

Media


Non sono presenti media correlati